Antonella Sinigaglia

Fannabee è una startup che gestisce una piattaforma web per collezionisti, che permette di catalogare ogni cosa. Andiamo a conoscere Antonella, ideatrice di questa idea.

Antonella, parlaci un pò di te.

Ho studiato grafica e digital design a Milano, dopodichè ho affinato i miei skills lavorando per le più grosse aziende del settore della comunicazione: H-art, Nurun, ecc
Sono sempre stata appassionata di musica e sono una grandissima fan di Kylie Minogue da sempre. Nel 2002 ho fondato il suo fan club italiano ed il sito di riferimento, divenuto in seguito ufficiale grazie alla casa discografica EMI Music. Sono soprattutto una collezionista di Kylie Minogue, possiedo oltre 7.000 articoli che la riguardano ed ho fatto creare in casa una stanza a lei dedicata dove poter esporre tutti i dischi e la sua memorabilia.
E' stato grazie a questa passione che è nata Fannabee, ho sentito da subito l'esigenza di creare qualcosa che aiutasse i collezionisti come me a catalogare, trovare nuovi pezzi per completare la collezione e a vendere i duplicati.

Attualmente sono il founder ed il ceo di Fannabee.

Che cos'è Fannabee?

Fannabee è la piattaforma web e mobile dedicata ai collezionisti di musica. Attraverso Fannabee gli utenti possono catalogare dischi, vinili memorabilia e tutto ciò che possiedono riguardo il proprio artista preferito, incontrare altri appassionati di collezionismo e vendere e comprare nuovi oggetti.

Cosa significa questo nome?

Il nome porta in sè un duplice signifcato: il voler essere fan a tutti i costi, quindi il fan n.1, ma anche quello di essere fan operosi, che si danno da fare (Fan + bee)

Qual è l'aspetto più innovativo di Fannabee?

Uno degli aspetti più innovativi è quello di consentire al fan di catalogare tutti i suoi oggetti in modo estremamente semplice e veloce. Noi forniamo un database già pronto per l'uso e l'utente non dovrà fare altro che selezionare ciò che possiede. Tutto il resto che gli verrà proposto sarà quello che gli manca per completare la collezione

Che cosa consiglieresti a delle giovani ragazze che vorrebbero intraprendere un esperienza simile?

Di non lasciarsi scoraggiare di fronte alle difficoltà che si presenteranno, sono molto non c'è dubbio, ma bisogna perseverare e crederci davvero.