Marta Rettani

Trendee Me permette di catalogare i propri capi, condividerli e abbinarli...senza dover creare disordine nel proprio armadio! E' una nuova app fashion di cui tutti parlano, ora andiamo a conoscere l'ideatrice di Trendee, Marta Rettani.
Marta parlaci un pò di te, chi sei?
 
Sono da sempre appassionata di informatica e di visual, motivo per cui ho deciso di specializzarmi in digital design allo IED di Milano. In realtà, come tutti i creativi, mi sento una specie di spugna: ho decine di passioni, tutte strettamente legate all'immagine, quindi adoro il cinema e i telefilm, i romanzi, la fotografia, il design d'interni, il crafting. E ovviamente adoro la moda, anche se mi risulta difficile applicarmi quotidianamente in una ricerca sensata davanti al mio guardaroba… ma per questo c'è Trendee!
 
Che cos'è Trendee? Come mai avete scelto questo nome?
 
Trendee è un'applicazione mobile con la quale posso catalogare il mio guardaroba secondo categorie, colori e brand. Con gli elementi catalogati posso poi creare e salvare i miei outfit pronti all'uso e condividerli sui social network. Trattandosi di un'applicazione mobile, abbiamo dovuto concentrarci su un nome facilmente memorizzabile e che strizzasse l'occhio al concetto di 2.0. Come sempre faccio quando devo inventarmi qualcosa, mi munisco di carta e penna e scrivo una quantità infinita di parole che possano aiutarmi a comporne altre. Non volevamo trasmettere l'idea di un'app troppo patinata, anzi, volevamo che fosse legata allo stile personale, non ai dettami dell'alta moda. Meno mutevole è più sbarazzino del fashion c'è il trendy. Ed ecco Trendee.
 
Qual è l'aspetto più innovativo di questa nuova app?
 
In questo momento Trendee sta imparando ad abbinare i nostri vestiti seguendo il nostro stile. Studia gli elementi che inseriamo, i brand che utilizziamo di più, i colori più frequenti e la nostra lista dei preferiti, in modo da codificare i nostri gusti. A breve, partendo da un elemento a nostra scelta, sarà in grado di creare un outfit perfettamente corrispondente al nostro stile, a colpo sicuro. Non ci chiederemo mai più "Che cosa mi metto?", finalmente!
 
Come è nata l'idea?
 
Una decina di anni fa, ho aperto un blog, Shopaholic, nel quale io e altre ragazze condividevamo i nostri ultimi acquisti, dandoci consigli su come abbinarli a seconda delle occasioni. Nonostante tutto, però, mi sentivo sempre insoddisfatta dei miei outfit. Mi riducevo sempre a decidere il mio abbigliamento quando ero di fretta, assonnata, stanca. Mi sono ritrovata un guardaroba straripante e disordinato, dimenticandomi regolarmente che cosa contenesse. Questo creava frustrazione e ritardi imperdonabili, oltre al fatto che, alla fine, indossavo sempre le stesse quattro cose. Era uno spreco di tempo e di energie. Avevo bisogno di uno strumento che mi aiutasse in questa titanica impresa e mi sono inventata Trendee: adesso compongo i miei outfit sullo smartphone mentre sono sull'autobus, così decido subito che cosa mettermi per l'aperitivo di stasera, sistemo e provo varie combinazioni e, una volta salvato l'outfit, non ci penso più.
 
Che consigli daresti a delle giovani ragazze che vogliono intraprendere una simile esperienza?
 
E' un momento, soprattutto in Italia, in cui bisogna rimboccarsi le maniche: la crisi è un'ottima opportunità per mettersi alla prova, ingegnarsi e buttarsi. Nessuno avrà nulla da ridire, tantomeno voi, perché avrete dato fondo a tutto il vostro coraggio e, comunque vada, sarà un successo. Noi siamo alla nostra seconda startup (la prima è la nostra digital agency, Immediatic) e dalle svariate notti insonni che sono conseguite abbiamo ottenuto altrettante soddisfazioni. Le cose più difficili sono barcamenarsi nella burocrazia, far fronte alle preoccupazioni che assalgono l'imprenditore e star svegli, ma si impara a gestirle. E comunque c'è il caffè! Scherzi a parte, è una scelta di vita che richiede perseveranza, pazienza ed entusiasmo. Abbracciatela senza ripensamenti.