Micaela Terzi

Moviq, una soluzione innovativa per i viaggi door-to door. Moviq integra diversi mezzi di trasporto, fornendo agli utenti la possibilità di pianificare e comprare un singolo ticket, dal proprio punto di partenza, fino alla destinazione finale del viaggio. E’ sufficiente selezionare il punto di partenza e di arrivo, e l’app mostra tutte le opzioni possibili. Andiamo a conoscere Micaela fondatrice con Emanuela Donetti, Gabriele Grea, Giuseppe Siciliano e Lior Shtram di Moviq.

Micaela, dicci qualcosa di te.

Ho studiato giornalismo e comunicazione, poi ho frequentato un Master del Politecnico che si chiama Polis Maker. Da lì il mio interesse per ciò che riguarda la qualità della vita in città e lo sviluppo di servizi innovativi. In Moviq mi occupo delle questioni amministrative (ma solo perché sono ordinata e un po' precisetta) e dell'area Marketing e Comunicazione. Essendo uno dei soci mi occupo anche di seguire lo sviluppo del prodotto. Nel tempo libero (poco) scrivo e mi piace guardare alcune serie tv, per lo più demenziali... Mi piace viaggiare.

Che cos'è Moviq?

Moviq è una piattaforma che permette di pianificare e acquistare viaggi door to door. Questo significa che con Moviq è possibile indicare un luogo di partenza e una destinazione, ottenere tutte le opzioni possibili (bus, treno, aereo, metro ecc), selezionare quella più adatta alle proprie esigenze e acquistare un singolo ticket per l'intero percorso. Quello che si ottiene è un unico biglietto, che arriva direttamente sul proprio smarphone.

Qual è l'aspetto innovativo?

L'aspetto innovativo di questo sistema risiede nell'integrazione: tra differenti mezzi di trasporto ma anche tra lunga percorrenza e ultimo miglio. Il nome fa riferimento al quoziente intellettivo, e quindi a un modo di muoversi più intelligente.

Come è nata l'idea?

L'idea è nata sia da esperienza personale che professionale. Io e i miei soci (Emanuela Donetti, Gabriele Grea, Giuseppe Siciliano e Lior Shtram) lavoriamo da anni nel campo del trasporto pubblico. Quando ci siamo conosciuti abbiamo iniziato a discutere di come sarebbe migliorata la qualità della nostra vita di lavoratori "nomadici" con uno strumento che ci consentisse di viaggiare senza la menata di avere sempre i contanti in tasca, di dover comprare i biglietti, di fare la coda allo sportello ecc. Penso che a tutti sia capitato di rischiare di perdere il treno perché c'era coda in biglietteria, o di litigare con lo sportello automatico che non prende la carta di credito o di perdere un biglietto cartaceo... Con Moviq tutti questi problemi sono risolti!

Che consigli daresti a delle giovani ragazze che vogliono intraprendere una simile esperienza.

Buttatevi. Questo non significa che non serva preparazione. Ma non perdetevi nella continua ricerca della perfezione. Se avete un'idea che ritenete interessante mettetela alla prova, sul campo. Si rivela un fallimento? Amen, la prossima volta andrà meglio. L'importante è mettersi in gioco. Come dicevo, con un po' di preparazione. Nonostante io abbia studiato materie umanistiche ho dovuto confrontarmi con business plan, conti economici, bilanci e un sacco di altre cose. Basta essere testarde abbastanza da voler imparare!