Hedy Lamarr

Hedy Lamarr è ritenuta la donna più bella della storia del cinema.

Ma fu anche una scienziata ed un geniale inventore a cui dobbiamo il principio su cui si basano le nostre comunicazioni con i cellulari.
Durante la guerra l'azienda del marito stava studiando un sistema per il controllo telecomandato dei missili e dei siluri sottomarini e lei ne conosceva bene i dettagli e le difficoltà a trovare una soluzione adeguata.
L'idea era di utilizzare il controllo radio ma il nemico poteva facilmente introdursi nelle frequenze di trasmissione e prendere il controllo dei missili, dirottandoli o facendoli esplodere, vanificando quindi l'azione militare.
Nel 1941 Hedy incontra George Antheil, un jazzista noto per i suoi esperimenti di musica d'avanguardia tra i quali uno che vedeva l'uso in contemporanea di 16 pianoforti.

Fanno amicizia, si frequentano, parlano degli esperimenti musicali, cantano. In queste performance Hedy nota come nonostante le diverse tonalità delle loro voci e dei suoni ci sia sempre una sintonia.
È qui che scatta il genio: ripensando al problema del primo marito, l'idea di Hedy è quella di un sistema di trasmissione che non utilizzi solo una frequenza ma tante sincronizzate tra loro; si tratta di saltare da una frequenza ad un altra in una sequenza conosciuta solo dal trasmittente e dal ricevente.

Hedy Lamarr aveva concepito il frequency hopping, sistema di trasmissione che poi sarà la base di sistemi quali il bluetooth, il GSM e il WiFi che impedisce che una conversazione via radio possa essere ascoltata da altri.

Hedy e George si mettono a lavorare sull'idea; George propone l'utilizzo di un sistema basato sui suoi pianoforti sincronizzati per trasmettere il segnale saltando da frequenza in frequenza.

Dopo qualche mese nel 1942 brevettano il secret communication system